MS-07B Gouf Anime ver.

Torniamo dalle parti di Zeon. Se Char è noto come la Cometa Rossa, Ramba Ral invece si porta dietro il nomignolo di Gigante Blu, vista la sua predilizione nel pilotare mobile suit blu. Il Gouf dal punto di vista realizzativo è piuttosto simile allo Zaku, anche se alla sua prima entrata in scena il Capitano Ral ci tiene a fare sapere che il Gouf è una macchina  ben diversa.
Ma vediamo cosa ci offre Bandai. Per questa uscita abbiamo un mix di due soluzioni precedenti.

Continua a leggere e commenta su Facebook

I lati del busto possono piegarsi in avanti per avvicinare le braccia, ma essendo il movimento limitato è presente anche l’estromissione delle spalle. Nella confezione non sono presenti armi da sparo (come è giusto che sia) e quelle che vedrete in foto sono dei prestiti dello Zaku. Il Gouf è un mobile suit che combatte principalmente corpo a corpo e ha delle armi studiate apposta. All’interno dello scudo si può alloggiare il manico della Heat Sword, che come indica il nome è sempre una spada che funziona per accumulazione di calore. L’elsa della spada si può staccare per permettere una più facile impugnatura da parte del modellino. La lama della spada invece si attacca separatamente. Essendo traslucida l’effetto scenico è garantito. La seconda arma principale del Gouf è la sua mano sinistra sovradimensionata. Può essere utilizzata come una mano vera, ma è di grosse dimensioni perché spara missili dalle dita. Infine, l’arma più caratterizzante di questo modello è l’Heat Rod, una sorta di frusta che esce dal polso della mano destra e che si abbatte sul nemico lanciandogli scariche elettriche. Nella confezione sono disponibili due taglie, una corta e una piuttosto lunga. Penso che entrambe contengano del fil di ferro, quindi consiglio di non farci giochi troppo arzigogolati per evitarne la rottura. Non contenendo altro di rilevante (nemmeno effetti speciali vari) Bandai ci regala quindi una chicca con le parti per rappresentare la distruzione del Gouf, quando Amuro riesce a tagliargli le braccia. Con l’applicazione di pezzi appositi e utilizzando uno stand per mostrare le mani amputate che volano via, anche il Gouf ci abbandona (visto che poi Amuro lo trafigge senza pietà). Non so se qualcuno avrà il coraggio di esporlo in questo modo, ma sempre meglio avere opzioni in più che in meno. Ah, anche per il Gouf vale la regola di due antenne di comando. Per i più sbadati c’è sempre quella di riserva. Che dire ancora su questo piccolo gioiellino? Che la mancanza di effetti speciali si fa sentire, soprattutto dopo averne visto l’estetica sullo Zaku II Char. A parte che comunque i pezzi si possono scambiare, si tratta di una precisa scelta commerciale di Bandai che lancerà il Do Day, il mezzo che il Gouf utilizza per muoversi in cielo. Nella confezione è già presente il volantino che ne pubblicizza la pubblicazione e l’incredibile numero di effetti speciali che conterrà. Quindi per il Gouf è solo un arrivederci. Presto lo rivedremo combattere al massimo della sua potenza.