Pegasus Seiya Bronze Cloth v2

Il personaggio:
Protagonista assoluto della serie, Seiya viene qui presentato con la sua seconda armatura (cloth) vista nelle saghe di Asgard e Poseidon. Nella sua versione broken è apparsa nei primi 12 episodi della serie di Hades.
Il modello:
Primo dei bronze Ex a uscire, Seiya presenta anche un corpo rivisto dato che la sua cloth prevede di lasciarne scoperto l’addome.

Continua a leggere e commenta su Facebook

La prima cosa che balza all’occhio, purtroppo, è come il colore rosso delle anche sia diverso da quello di busto e gambe. In questo modo è un po’ compromessa l’idea di tutina rossa che indossa sotto l’armatura. Un altro punto di discussione è la dimensione dei coprispalle, che possono apparire leggermente sovradimensionati. Il fermo della cintura è di tipo a pressione, per cui ogni volta che si muove il personaggio la fibbia non fa altro che cadere. Ultimo difetto è il sistema con cui sono progettati i coprispalle. Infatti per ospitare il sistema di aggancio al busto, sotto di essi vi sono degli ingombranti parallelepipedi azzurrini. Si possono nascondere posizionando bene il personaggio, ma il loro difetto più grande è che impediscono alle spalle del figurino di salire in alto. Ovviamente, volendo si possono fare salire lo stesso, ma a quel punto sono i coprispalle a sparare troppo in alto come postura.
Tolti questi difetti, ci troviamo di fronte a un modello di pregevole fattura. Un ampio set di mani e di volti permette di sbizzarrirsi in decine di pose, provando e riprovando finché non si trova quella che si ritiene più convincente. L’inclusione nella confezione della cloth anche in versione danneggiata poi amplia di molto le possibilità espositive. A proposito della versione broken però c’è da fare notare che per i piedi esiste solo la versione integra. Sarà solo dal bronze successivo che Bandai penserà a includere due coppie di piedi, una normale e una broken. Inoltre nel vecchio, ma ancora valido, broken v2 classic erano presenti perfino degli strappi sulla tuta… qui non replicabili dato che il corpo è uno solo e vale sia per l’armatura normale che per quella danneggiata.
Ottima la conformazione a object. Finalmente non si ha più l’impressione di vedere un’impalcatura con pezzi di armatura infilati sopra, ma una degna rappresentazione di pegaso.

COMMENTO FINALE

Pur coi suoi difetti, Ex Pegasus v2 rimane un’ottima interpretazione del personaggio, grazie soprattutto alla grande posabilità del corpo Ex. Il che rende forse ancora più forte il disappunto per le piccole disattenzioni di Bandai.

« 1 di 2 »