Ophiucus Shaina Silver Cloth

Il personaggio:

Shaina è un Silver Saint in servizio al Grande Tempio che nel corso degli episodi si scontra diverse volte con Pegasus Seiya. Come vuole la legge di Athena, le donne possono diventare Saint solo coprendo il proprio volto con una maschera. Se però un uomo riesce a vederle in viso, la donna può solo decidere di ucciderlo o di amarlo. Per una serie di eventi, è proprio Seiya a ricoprire questo ruolo. La ragazza inizialmente decide di ucciderlo usando qualsiasi mezzo, ma poi rivela di esserne innamorata…

Il Myth:

Primo myth femminile armato. In passato Bandai aveva presentato altri personaggi femminili, ma si trattava di figure che non indossavano armature e il cui corpo era stato pensato per non fare grandi pose. Con questo nuovo corpo femminile le cose cambiano drasticamente: i progettisti di Bandai sono riusciti a creare un figurino che risulta armonioso sia con che senza armatura.
L’object di Ophiucus (l’addestratore di serpenti) rappresenta un busto di donna mentre regge in mano il bastone di asceplio. Il montaggio dello stesso richiede l’utilizzo di tutte le parti della cloth contenute nella confezione, anche quelle che sarebbero alternative fra di loro.
A ben vedere infatti, la corazza di Shaina presenta ben pochi pezzi e per aumentare almeno un po’ il volume del contenuto vengono incluse anche le parti esclusive del manga. Difatti oltre a differenze di design (l’elmo), passando da manga ad anime si rimarca la scomparsa dell’armatura del bacino, che in effetti fa un po’ l’effetto “mutanda”.
Shaina è studiata anche per essere esposta col suo aspetto civile, quando non indossa l’armatura ma la tuta di allenamento. Per questo il corpo è fornito di un secondo busto intercambiabile (con meno seno) da essere utilizzato per la cloth e un avambraccio sinistro senza guanto, in modo da poter indossare il bracciale dell’armatura. Per le ginocchiere, sono presenti un paio con colorazione training (grigie) e un paio da usare con la cloth (viola). Infine, la fusciacca che scende lungo il fianco destro si aggancia alla vita tramite un perno a sfera, cosa che gli permette di essere posata in diversi modi e donare dinamicità alla figura.
Ed è proprio la straordinaria posabilità il grande pregio di questo figurino, studiato nei minimi particolari per permettere pose aggraziate e femminili. Il limite intrinseco dello stesso però è proprio insito nel suo rappresentare una donna. Nonostante i classici piedi in lega metallica, la superficie d’appoggio è molto scarsa rispetto ai colleghi maschi della linea. Questo non solo perché i piedi delle donne sono più piccoli, ma anche perché Shaina indossa dei calzari con tacchi alti, diminuendo ancora di più la sua superficie d’appoggio. Ciò nonostante con molta – ripeto: molta – pazienza si possono ottenere dei risultati davvero pregevoli.
Per quanto riguarda il viso, lo standard è quello che indossa la maschera. Sono comunque presenti il volto scoperto (uno solo) e la maschera separata, che può essere tenuta in mano dal personaggio.

« 1 di 2 »