Black Getter SSG-13

Aoshima – Black Getter (SSG-13) by M.Pellegrini

Novembre 2006, finalmente fa la sua apparizione nel mondo dei Robot Metallici il “Black Getter”, ovvero il Getter 1 che si può ammirare nell’OAV “Last Day”:il Getter viene danneggiato da un’esplosione e precipita sulla Luna; quando Ryoma si riprende, modifica il robot (che non sarà più in grado di compiere la trasformazione) per rientrare sulla Terra (ed in questo modo si annerisce) dove lo shin getter stà strenuamente resistendo … proprio in un dialogo tra Getter Robot appare un’icona video nella quale Ryoma è mostrato con un sottotitolo, che lo indica alla guida proprio del “Black Getter” !!! Fino ad oggi di questo modello c’era un Kit sempre di Aoshima e (se nn mi sbaglio) una figura in resina ma nessuno l’aveva riprodotto in metallo…bene, Aoshima finalmente ci ha regalato questo modello in versione Normal Color (sono gli stessi colori che si vedono nell’OAV), la versione Kawai ed infine, distribuita da A.E., una versione Speciale, detta Spray Blood.;anche in questi modelli troviamo una statuina che riproduce un personaggio della serie animata,in questo caso abbiamo Ryoma (Normal ed AE) ed il Dot. Saotome (Kawai detta anche Oversea o Export Ver.).
Dalle prime foto apparse in internet, su questo modello sono piovute tantissime critiche, specialmente in riferimento al torso ed ai colori scelti; solo all’apparire delle foto della versione speciale distribuita da AnimeExport sono iniziati gli elogi…personalmente ho sempre giudicato le foto non veritiere ed ho voluto aspettare a dare un giudizio finche non ho avuto in mano sia la versione normal che la A.E. e penso d’aver fatto bene, capirete poi il perché.

La scatola :
è più piccola e leggera di quanto si pensi;questo robot è alto 18cm (dalla pianta dei piedi alle “corna”), è dotato di due tomawhack, 2 pugni aperti, 4 pugni chiusi (2 senza borchie), una mano aperta, il mantello eroso ed una scarpina, le punte da inserire nelle nocche dei pugni senza borchie…aggiungiamoci una statuina ed il foglietto illustrativo…stop,finito.
Grafica nello standard Aoshima, ricalca le ultime viste per il Mazinkaiser ma nulla di particolare,se non da notare che:la Grafica per scatola della versione A.E. è differente dalle altre due;tutti i pezzi contenuti sono avvolti da una bustina di plastica e, ove necessario, anche da carta velina, per tenere staccate le parti tra loro ed evitare che si segnino o dal polistirolo (per evitarne l’incollaggio).

Il modello :
Come tutti gli SSG, qui troviamo TANTO TANTO metallo e pochissima plastica ma, udite udite, questo black getter risulta più mobile e posabile dei predecessori!Se lo snodo dei gomiti è rimasto uguale a quello del “New (Shin) Getter 1”, le caviglie, i femori ed i piedi presentano delle novità . Certo, come i suoi predecessori, mantiene un aspetto gorillesco, leggermente tendente al ‘barilotto’ dovuta alla forma del tronco ma, nell’insieme, è probabilmente uno dei più bei “Getter 1” prodotti:solo guardando la testa del robot, specialmente la faccia, si può dire che in qualsiasi posa lo si metta, questo Black Getter ha una sua anima…l’effetto è sicuramente dato dagli occhi gialli con bordo rosso e pupilla; la sua parte la fanno ovviamente la mascherina grigia, i vetri verde smeraldo ed il nero, perfettamente fuso con quello della gomma che compone la “sciarpa” avvolta intorno al collo (nota: questa è un pezzo unico, bisogna togliere la testa del modello, basta tirarla verso l’alto, inserire correttamente la sciarpa e rimette la testa);gioca ovviamente un ruolo fondamentale anche il mantello bicolore, eroso dal calore, sfilacciato e bruciacchiato, e che è in materiale più morbido di quello usato per il Generale Nero :per montare il mantello bisogna sfilare la corazza posteriore del Getter, inserire il mantello lasciando la parte nera all’esterno e quella rossa (notare che è rosso acceso a livello spalle e poi, scendendo, il rosso sfuma sempre più verso il cupo!!!) a contatto con il robot; inserito il mantello non rimane che rimettere la corazza posteriore e, oplà, il black è pronto!Bisogna solo decidere se posarlo con uno o due tomawhack (notare il manico leggermente piegato),o in posizione di combattimento a mani nude (con i pugni normali o con quelli dai quali spuntano dei lunghissimi spuntoni) o altro (avendo anche una mano Destra aperta ci si può sbizzarrire un po’, magari lo si mette in posa con lo Shin Getter 1).
Notevole è la grossa lama in METALLO presente sul solo avambraccio Sinistro! Non a caso molte pose la vedono protagonista; sullo snodo delle spalle…il solito snodo Aoshima.
Non manca l’apertura sul davanti per liberare il raggio getter e c’è l’apertura del tetto della “Eagle Machine” (proprio sul petto) che mostra la cabina di pilotaggio usata da Ryoma; vi è anche un’altra chicca: spostando lateralmente, sia a destra che a sinistra, la cintura color Oro, nel mezzo troviamo un’altra via d’uscita o posto di pilotaggio.Da non dimenticare che i femori consentono al modello di alzarsi in statura di quasi 1 cm !!!Ora, questo snodo non viene usato in definitiva per alzare il black getter ma per consentirgli una posabilità migliore.
Attenzione, nella versione di A.E., sulla lama e sulle punte troviamo chiazze rosso “sangue”!Anche la verniciatura è differente, il modello sembra satinato, dà un’impressione di delicatezza estrema (sicuramente questo tipo di vernice è più delicato, maneggiare con cura), e presenta delle zone non più verde smeraldo ma bianche:questo perché AE ha scelto l’effetto “Glow in the dark,” che troviamo anche applicato alle lame dei tomawhack…lascio a voi compito di giudicare questa scelta.

Conclusioni:
Bello…nella sua semplicità è proprio un bel modello; è molto posabile se paragonato ad altri Getter by Aoshima; la verniciatura è ben fatta e resistente; gomme e plastiche molto buone, direi anche cura nei dettagli; avrei fatto a meno della statuina oppure l’avrei preferita in metallo, da affiancare a quelle prodotte da Bandai per le versioni Black o Toy’r’Us di alcuni SOC.Personalmente preferisco la versione Normal perché :si integra bene con gli altri Getter 1 “normal” e con i getter robot della Bandai;rivedendo poi bene gli episodi dove appare il Black Getter, beh, questa versione è quella che più si avvicina al Robot che appare nell’OAV.
La Kawai, presenta un nero metalliscente, è particolare, si integra bene con gli altri Metallic; và ricordato che nella scatola troviamo il Dr.Saotomè, sempre nella versione tratta dall’Oav.La versione “speciale”, voluta e distribuita da A.E./A.I. è molto particolare, molto più di effetto,può essere inserita in mezzo ai Soc Black oppure lasciata esposta da sola proprio per la sua particolare verniciatura e il rosso del “sangue” dei nemici.
Però…avendo il “bianco” per l’effetto “Glow in the Dark” deve rinunciare al colore verde smeraldo sulla testa e con questi colori appare solo in una velocissima sequenza dell’anime; la statuina di Ryoma inclusa presenta colori leggermente differenti ed il sangue sulle bende che fasciano le mani.La particolarità del black Getter rimane comunque la “sciarpa” che nasconde una parte del volto, facendo risultare gli occhi iniettati d’odio di questo Getter 1 (o della collera di Ryoma se vi piace quest’idea) e dandogli un aspetto molto cattivo.Fate attenzione alla lama sul braccio sinistro perché questa volta è di Metallo e…taglia.Quindi, per i fan della Getter Saga, del Getter 1 in tutte le salse o del solo Ryoma…questo Black Getter và rivalutato, và visto sicuramente dal vivo perché le foto proprio non gli rendono giustizia e…assolutamente non deve mancare in una bella collezione di Chogokin ;)Perplessità rimangono sullo snodo di gomiti (possibile non si riesca a fare di meglio?) e sulle placche delle ginocchia (c’è chi ha lamentato d’aver trovato queste placche montate al contrario…come del resto c’è chi ha lamentato la mancanza della sciarpina nella scatola!)
Si può trovare spedito via SAL a 75 euro, forse anche qualche cosa meno…sicuramente per TUTTE e tre le versioni, spendere più di 90Euro vuol dire spendere TROPPO.
Curiosità :
come tutti i SSG, anche il Black Getter ha il suo codice : SSG-13 … peccato che anche il Mazinkaiser Purple Version è marchiato SSG-13 ! Nel giro di poche settimane, sia Aoshima che Bandai (vedi placchetta del Gumbuster) hanno commesso egli errori di Stampa.

Alla prossima rece e… Buon Felice Anno Nuovo.

Mike
(le foto sono state inviate dall’autore dell’articolo e da PaoloMK2).