Kotetsu Jeeg

Kotetsu Jeeg a cura di M. Pellegrini

Jeeg, Robot D’acciao! Quanti di noi alla parola “Jeeg” o al solo sentire le prime note della sigla hanno un brivido che gli percorre la schiena? quasi tutti coloro che seguironola prima passata in Tv, direi ! e quanti di noi, all’uscita di Baron Karza e di Force Commander pensarono : “se trovo una testa del Jeeg gliela metto su che almeno ciò il robot completo!” – TUTTI (almeno i fortunati che ebbero in regalo uno dei citati Micronauti GIG). Beh, sappiate che quei Micronauti derivavano propio dal Jeeg prodotto dalla Takara poco tempo prima per il mecato Giapponese, tant’è che i primi Micronauti arrivarono sul mercato con le trivelle appuntite (!!!) proprio come la prima stampa del giocattolo giapponese, mentre le ristampe presentano una punta arrotondata, come la RI-Stampa della Takara. Di Jeeg purtroppo esistono solo o kit di montaggio o questo Takara, non esiste ancora un Soc o Diecast simile perciò dovete accontentarvi;fatta questa premessa veniamo al nostro modello; la scatola è rimasta pressoche invariata nei colori e nelle foto, è piccola e contiene :

1 Kotetsu Jeeg
4 Pugni chiusi (2 di scorta, i pugni sono sparanti!)
3 Missili rossi (da staccare con il cutter dallo spure)
2 missili perforanti
2 punte trivella (da mettere sui missili perforanti o al posto dei pugni)
1 ala
2 adattatori per i missili perforanti
1 foglio illustrativo

Diciamo subito che il tutto è inserito e protetto da uno stampo plastico ma la solidità del tutto è quanto meno un invito alla distruzione, perciò assicuratevi
di chiedere al rivenditore un buon imballaggio ed evitate di riporre la scatola sempre sopra tutte quelle che già avete, MAI sotto;il modello non è siuramente un capolavoro di ingegneria in stile Bandai, Aoshima o Max Factory, è un giocattolo fatto con materiali che devono durare il più possibile in mano ad un bambino però non è neppure fatto male e di certo non sfigura se inserito nella propia collezione;ciò che lo rende unico come modello è il fatto che testa, braccia e gambe si uniscono al corpo tramite calamita ! come il “vero” Jeeg Robot !Tenuto conto che è stato prodotto anche il Big Shooter e il modulo Antares (Pansaroid – Sempre Takara)oltre ad alcuni moduli prodotti qualche tempo dopo, di difficile reperimento, ma che consentono al nostro Jeeg di navigare nell’acqua e/o comunque riprodurre alcune trasformazioni viste nella serie Tv.Il modello non è il massimo della posabilità, anzi, è proprio al minimo indispensabile, spara i pugni (pugno singolo, non è possibile il doppio pugno),spara un missile rosso per simulare il Raggio protonico; prevede la modalità con i missili perforanti (ad ogni missile si collega un adattatore in maniera da poter collegare tramite calamita il missile alla spalla), la modalità con bazooka spaziale (si togli la punta rossa di un missile peforante e lo si aggancia al posto del braccio destro) oltre a prevedere altre due configurazioni, la prima con l’ala montata sulla schiena alla quale si agganciano i due missili perforanti, cosa che permette al Jeeg di volare come tutti i robot Nagaiani mente nella seconda i missili perforanti, privati della punta, diventano due gambe (l’adattatore si inserisce nel postbruciatore del missile) : questo è il preludio alla trasformazione in Jeeg Marino o Jeeg Spaziale, cosa possibile se si trovano i moduli aggiuntivi (ormai rarissimi!).
Il modulo Antares (il cavallo di Jeeg), chiamato anche Pansaroid, è venduto separatamente, con una scatola molto simile a quella di Jeeg, è ancora di facile reperimento e contiene altere al cavallo anche la lancia in stile cavaliere medioevale : ovviamente la testa del cavallo può essere rimossa in modo da aggganciare il busto di jeeg creando un centauro; il Pansaroid prevede le 4 ruote ed i due missili laterali.

I colori usati dalla Takara per la linea Kotetsu Jeeg non sono quelli dell’anime ma sono quelli del Manga con alcune licenze e ovviamente non aspettatevi di trovare pennellate, sfumature, cromature od altro, il colore è dato dalla plastica usata (e si, il modello è in plastica pesante, con calamite e pesi per bilanciare il modello); gli snodi (Gomiti e ginocchia) sono classici, nessuna molla o dente, pertanto se si smanettano a lungo predono gioco !L’unica cosa leggermente curata è la testa perchè “complessa” (è composta da più parti colorate) e quasi riprodotta fedelmente; essendo un giocattolo sono evidenti i segni dove i pezzi sono stati staccati dal telaio, ma tutto sommato il modello è assemblato bene.Il risultato ci dà comuque un modello un pò sproporzionato, le Gambe infatti hanno una coscia troppo corta rispetto al resto della gamba ed alla lunhezza delle braccia; ovviamente la posabilità è svantaggiata dell’uno delle calamite (es. : la posa assunta da Jeeg appena finito l’agganciamento dei componenti è impossibile ed impensabile) sia alivello spalle sia a livello bacino : bisogna accontentarsi anche qui.

Di questo modello oltre al Normal, troviamo la versione Black (stupenda, la colorazione tramuta il giocattolo in un modello da collezione) e la versione “Clear” (versione colorata con pezzi trasparenti – no comment) tutte ovviamente perfettamente uguali come pezzi e fornitura (nessun gadget insomma).Considerando il fatto che momentaneamente è un pezzo unico, per chi non fà kit, il Normal color è un pezzo da prendere in ocnsiderazione per la propria collezione, tra l’altro la versione in commercio essendo una ristampa non costa molto; consiglio vivamente la versione Black a tutti coloro che amano queste versioni, è veramente cattiva (Nero / oro) ! e se vi offrono Jeeg + Pansaroid completate il set!
costi : il jeeg Takara prima versione oltre che introvabile è anche costossimo, mentre la ristampa si aggira sui 30Us$, tenendo conto che il peso è veramente esiguo, con SAL siamo max sui 40Us$; da noi ovviamente lo fanno pagare un pò troppo però ultimamente nelle fiere l’ho visto intorno ai 35/40 Euro perciò se vi capitasse approfittatene.Le altre due versioni sono leggermente più costose, diciamo dai 5 agli 8 dollari in più, ma l’unica che vale la pena prendere seriamente in considerazione è la Black (particolarità : la scatola è in bianco e nero!) – il Pansaroid ha costo pressoche analogo al Jeeg normal color.

Nota finale : se avete un Baron Karza…..tolta la testa, avendo il jeeg normal color potete ottenere velocemente un Jeeg black, se avete un Force commander ottenete un Jeeg Bianco, se avete Baron Green un Jeeg Verde, ma potete ottenere anche un Jeeg Rosso ed un Jeeg EMPEROR….tutto dipende da cosa vi è rimasto dei vecchi Micronauti calamitati di un tempo ^__^

Spero di aver soddisfatto la curiosità per questo modello, aspettandovi alla prossima recensione, saluti a tutti !

Mike “The Hammer” Pellegrini