Neo Getter 1

Neo Getter 1 a cura di Michele Pellegrini

Come da tradizione dei die-cast Aoshima, questo modello è al 98% in metallo, solo la testa, le mani e la sagoma esterna delle ginocchia sono in plastica; il modello riproduce la nuova rivisitazione del terzo Robot della Getter Saga, mi riferisco a Getter Robot Go, serie mai apparsa in Italia, ne in Tv ne a fumetti (siamo in attesa della Dynamic, in Francia è uscito da una vita!) : Neo Getter 1 è apparso nella serie composta da 4 OAV (il primo in italiano) “Shin Getter Vs Neo Getter”, e come tutti i “Vs” di Go Nagai i due robot non si combattono, anzi….
Nella scatola del Neo Getter 1 Normal Color troviamo 2 pugni chiusi, 2 pugni socchiusi, 2 mani aperte per simulare la preparazione ed il lancio del “Plasma Thunder”,una mano per la “Friendly Pose” con lo SG-01, il “Plasma Thunder” di un colore giallo fosforescente (nell’anime è blu!), 2 braccia classiche e 2 braccia con inserita la catena ed il “chain nuckle”, infatti questo è l’unico Getter Robot in grado di sparare i pugni seguiti da una catena (per il recupero e per combattimento); troviamo per finire ben 4 missili bianchi ed il Jet Pack composto da due pezzi sempre in metallo da montare sulla schiena del robot, ogni pezzo spara un missile;
come lo Shin Getter 1, nel torace si vedono i meccanismi e nelle gambe si vedono le piste dell’energia che alimenta il robot, il plasma (si, NON è l’energia Getter!) – foglietto illustrativo… in bianco e nero.
Con il modello è possibile riprodurre tutte le pose assunte dal robot nell’anime anche se è bene prestare attenzione a non tagliarsi con le lame delle braccia e a non scalfire la vernice di spalle/avambracci e torace, le gambe non sono mobilissime, buono il movimento della testa, meno bene il sistema usato per fissare le braccia agli avambracci all’altezza del gomito.
Di questo modello sono uscite poi ben 3 versioni:
1) Metallic: colore blu metallizzato, braccia meccanismo per sparare i pugni purtroppo colorate con i colori del modello normal color !
2)Test Machine & Trainig Color: completamente bianco, contiene tutti gli accessori delle precedenti due versioni
3)Black: introvabile in Italia, da quello che ho visto dovrebbe avere la stessa dotazione della versione bianca – tiratura limitata, costa uno sproposito.
Purtroppo come modello non ha avuto la stessa fortuna degli altri di casa Aoshima, ma il normal color fa la sua bella figura; passiamo ai prezzi, inutile dire che in Italia ci marciano sopra alla grande, un prezzo giusto va dai 60 agli 85 euro per le versioni Normal e Metallic, ma non più di 50 per la versione bianca anche se completamente accessoriata; si trovano senza tanti problemi sui webshop di Hong Kong ed Americani; il consiglio: per chi colleziona modelli Aoshima conviene il Normal Color mentre per i fans dei Getter Robot è bene orientarsi sul Normal unitamante al Trainig Color.

(Le foto state prese dalla rete)