Hiakushyki Msn-00100 Type-100

Hiakushyki Msn-00100 Type-100 a cura di Michele Pellegrini

Bandai, dopo aver sfornato lo Z Gundam Kado Senshi pensa bene di far uscire il Mobil Suit dal quale deriva ovvero il MSN-00100 Type-100 chiamato anche “Hiakushiky”, nella colorazione datagli però da Char :
color ORO (non è rosso perchè la vernice anti-particelle è solo oro e Char ha dovuto adeguarsi!) e blu (parte del torso); per la cronaca, questo mobil suit è costruito dalla A.E.U.G. è un prototipo, non è trasformabile a causa del suo Design ma si dimostra all’altezza dei migliori mobil suite costruiti dai Titans!
Ma ora passiamo al modello.
La scatola ha dimensioni simili a quella dello Zeta Gundam ma dentro troviamo qualche cosa in più:
1 paio di pugni
1 paio di mani semichiuse per impugnare le armi
il mobil suit color oro
il back pack blu
le 2 ali color oro da montare sui lati back pack
2 antenne, una rigida di color oro ed una gommosa color bronzo (se ne monta una sola)
un beam rifle
un bazooka
2 manici color oro per le beam saber da posizionare nella parte posteriore del mobil suit
2 manici color oro su cui inserire le beam saber
2 beam saber (color giallo trasparente)
il mega launcher (il cannone a particelle).
tranne i pugni, tutti i pezzi sono avvolti in celophane e poi inseriti opportunamente nelle forme del cartone inserito nella scatola; c’è anche il foglio illustrativo che però per mé è di qualità inferiore rispetto a quello solito oltre ad essere scritto unicamente in caratteri orientali.
Come vedete non basta estrarre il modello ed esporlo, qui bisogna “assemblare” il Mobil Suit e poi metterlo in posa ed è qui che viene il bello perchè la posabilità data dai nuovi snodi è veramente superiore a tutti i K.S. fino ad ora usciti !!!bisogna però prestare attenzione allo snodo del bacino perchè movimenti bruschi tendono a far dividere il torso dalle gambe.
Il design del Type-100 è particolare, la parte alta ricorda il Rich Dias (slanciata e possente) mentre le gambe risultano essere tozze e potenticon i piedi un pò un tutt’uno con la gamba (la caviglia non si nota) ma fanno capire da dove nasce il design delle gambe dello Zeta Gundamanche se poi nell’insieme il modello risulta essere potente e gradevole alla vista, aiutato forse dalla scelta cromatica fatta (tutto oro con spruzzate di blu e rosso, due magnifici simboli sulle spalle e gli occhi neri): da notare che l’oro usato per le parti in plastica si discostada quello usato per le parti in metallo in pochissimi punti, più che altro salta all’occhio l’alone lasciato dalle impronte delle dita.
Ho accennato prima a nuovi snodi : le spalle ora ruotano in avanti di 90° ed indietro di 20°, migliorato lo snodo dei gomiti e quello delle ginocchia(qui troviamo due punti di snodo); migliorato quello delle cavigle, sensazionale quello usato per la posabilità del busto e del bacino;nel complesso secondo mè questo modello è quello più posabile presente sul mercato; note dolenti : il modello và trattatocon i guanti pena lasciare ditate ovunque! un occhio di riguardo va dato al busto propio per la delicatezza dello snodo così come và prestata attenzione all’antenna rigida quando questa viene montata sulla testa (si corre il rischio di spezzarla); peccato che le beam saber e tutte e 4 i manici vadano staccati con precisione dallo spoor; debole la gomme usata per le mani semiaperte, è lo stesso difetto dell Z Gundam:
lasciando qualsiasi arma inserita si rischia di far “allentare la presa” alle dita di gomma con conseguente instabilità e possibile caduta dalla mano di qualsiasi arma (Sigh!).
Il Beam Rifle ed il Bazooka possono essere agganciati al Back Pack per il trasporto e per permettere al Mobil Suit di usareil Mega Bazooka Launcher.
Particolarità: questo prototipo non prevede uno scudo ma … due spade laser !!!Complessivamente mi sento di consigliare il modello a tutti, collezionisti incalliti e non : vedendolo in internet non ci si rende conto di cosa sia, tant’è che mi sono deciso a prenderlo solo dopo essere riuscito a vederlo molto bene presso un negozio che lo espone in posa ed in una vetrina a 360 gradi e di fianco ai due Zeta Gundam K.S. : se poi lo si mette in posa con il Mega Launcher (Cannone a particelle trasformabile !) il minicapolavoro è completo.
Prezzo :
ad oggi (agosto 2004) lo Hiakushyki lo si trova ancora sui 55$/60$ comprese le spese di spedizione, ovviamente sul mercato estero perchè come al solito qui da noi si va dai 180 ai 260 Euro (escluse le spese di spedizione)! tenendo conto che è un modello del 2003 e NON a tiraturalimitata … ogni commento è superfluo.
Alla prossima!

Michele (le foto sono state inviate dall’autore dell’articolo).