JR 2.0, la rinascita!

Era il lontano 28 maggio 2003 quando l’amico Fabio Novello registrava per la prima volta il sito www.japanrobot.it. All’epoca l’uso di internet per gli appassionati di collezionismo robotico era una vera e propria manna dal cielo.  Avere informazioni immediate sulla qualità di ciò che si andava a comprare e consigli sui prezzi consigliabili degli oggetti dei nostri desideri rappresentavano, in un’epoca assolutamente pionieristica per questo tipo di hobbby almeno in Italia, informazioni di una preziosità inimmaginabile. Dopo una iniziale militanza su www.mechanicalrage.it dell’amico Marco Coccioletta alias Tetsuya e del relativo forum, dove ho avuto modo di conoscere un gruppo di ragazzi stupendi, molti dei quali sono poi diventati veri e propri amici, approdai proprio il 23 maggio 2007, esattamente 10 anni fa, sulle pagine di Japanrobot senza minimamente immaginare che a distanza di 8 anni ne sarei divenuto il weebmaster. Era un’epoca in cui il fuoco della passione bruciava ardente, più ardente che mai. Alla fine di ogni mese le scan di Dengeki Hobby venivano letteralmente divorate con gli occhi in ogni minimo dettaglio. La collaborazione con Fabio andò gradualmente intensificandosi. Cominciai ad affiancarmi ad una serie di mostri sacri delle recensioni del settore come l’amico Paolo Fasciani e Michele Pellegrini, quasi sentendomi fuori posto a fianco a loro. Con il tempo le conoscenze e la consapevolezza crebbero, divenni in pratica primo recensore di JR ed il primo pensiero, appena estratto un modello dalla sua scatola, era quello di analizzarne ogni minimo particolare con lo scopo di fornire una recensione il più possibile imparziale e completa. Con il passare degli anni, pur mantenendosi la passione per questo hobby, è venuto a mancare per ragioni di vita il tempo a disposizione per le recensioni ed il sito ha inevitabilmente subito una fase di stallo che, anche dopo che l’ ho rilevato, nell’ottobre del 2015, da un ormai stanco Fabio, si è protratta per ragioni di natura organizzativa e, appunto, di mancanza di tempo. Grazie al fondamentale aiuto degli amici Riccardo e Cristian, oggi Japanrobot resuscita dalle sue ceneri con un sito rinnovato in tutto e per tutto e, grazie alla collaborazione con i ragazzi del gruppo Facebook Collezionalitutti, cerca di colmare il gap con il passato riportandosi al passo con i tempi per tornare ad essere quello che a lungo è stato: un punto di riferimento ed un porto sicuro per tutti  i collezionisti di Chogokin! A questo punto non mi resta che invitarvi a seguirci, lo staff di Japanroot ha in serbo per il prossimo futuro un bel po’ di sorprese e di novità che potrebbero interessarvi. Bentornati a casa!