Articoli

Baikanfu GX 39

GX 39 BAIKANFU by Mazingetter

Ciao a tutti, eccomi di ritorno con una nuova recensione. L’oggetto delle nostre attenzioni oggi è rappresentato dall’ultimo arrivato in casa Bandai per la serie Soul of Chogokin, il GX-39 Machine Robot Baikanfu.
Il modello è ispirato ad una serie anime del 1986 mai giunta in Italia. Proprio per questo motivo, data la somiglianza del mecha (una specie di matrioska robotica) con il ben più famoso (almeno da noi) Gordian, molti, tra cui il sottoscritto, nel nostro paese all’annuncio ufficiale da parte di Bandai alcuni mesi or sono, della produzione di Baikanfu come GX, hanno storto il naso ironizzando sul suo nome molto simile ad un italico insulto.
A molte di queste persone, man mano che uscivano le incredibili foto del futuristico progetto e del prototipo del modello, Bandai, come spesso avviene, ha fatto gradualmente cambiare idea inducendole all’acquisto. Leggi tutto “Baikanfu GX 39”

Baldios Brave Gohkin 19

Baldios Brave Gohkin 19 by Mazingetter

Anno 1980, in Giappone la Ashi Production pubblica un anime robotico in 39 puntate la cui trasmissione, tra il 30 giugno di quell’anno e il 25 gennaio 1981, verrà interrotta dopo il trentunesimo episodio per effetto dello scarso successo in termini di ascolti. Baldios (titolo originale Uchū Senshi Barudiosu) narra le imprese dell’omonimo robot componibile derivante dall’unione dei 3 mezzi Pulser Burn, Baldy Prize e Cater Ranger.In Giappone la serie verrà ad avere un finale grazie ad un successivo film di 117 minuti edito nel 1981 da Toei Animation. Leggi tutto “Baldios Brave Gohkin 19”

Big Shooter Brave Gohkin 37

BIG Shooter Brave Gohkin 37 by Mazingetter

Build up! Ed ecco che a meno di un anno dall’uscita del Jeeg nelle sue varie salse e ad appena un mese dall’immissione sul mercato del duo Pegas & Tekkaman nelle due classiche versioni, CM’S continua a battere il ferro della nostalgia finchè è caldo con l’uscita di un altro pezzo da 90, almeno per noi italiani. Stiamo parlando del celeberrimo Big Shooter, la famosa astronave appoggio di Jeeg, pilotata dalla bella Miwa e deputata al lancio, allo shooting, appunto, dei componenti del Jeeg al momento del contatto (build up). Il modello è stato prodotto addirittura in ben 4 versioni, 2 delle quali niente popò di meno che in esclusiva per shops italiani:  Leggi tutto “Big Shooter Brave Gohkin 37”

The Big-O GX-48

THE BIG O GX-48 by Mazingetter

Nel mese di settembre 2009 Bandai stupisce tutti immettendo sul mercato, a distanza di soli sette giorni l’uno dall’altro, due soc. Stiamo parlando del gx-48 The Big O e del gx-49 Shin Mazinger Z God Scrander version trasformabile in Big Bang Punch. In questa recensione parleremo del primo di questi, il Big O. Il soggetto è tratto dalla serie Sunrise del 1999 intitolata Za Biggu O, costituita da 26 episodi suddivisi in due stagioni di 13 capitoli l’una. Dal punto di vista estetico il robot si caratterizza per l’originalità del design retrò che lo distingue in modo evidente da gran parte degli innumerevoli mecha robotici che popolano i vari anime nipponici. Questo aspetto costituisce allo stesso tempo il punto a favore e il tallone di Achille del modello nei confronti del quale è difficile avere vie di mezzo, nel senso che o lo si ama o lo si odia. Beh, a me sono bastate le prime due puntate dell’anime (che peraltro raccomando a tutti) per innamorarmi di quello che più che un robot ricorda per chiodature, forma e colori, una specie di stufa di ghisa e che proprio per certi dettagli somatici trova nel Giant Robot Yamato il degno gemello cui affiancarlo in vetrina. Ma procediamo senza ulteriore indugio con la nostra disamina… Leggi tutto “The Big-O GX-48”

Black Getter Ryoma Mode Ex-Gokin

Black Getter Ryoma Mode Ex-Gokin a cura di PaoloMK2

Circa un’anno fa, la casa produttrice Fewture annuncia la produzione di un “nuovo” Getter Robot, esattamente la versione del Getter Black apparso nella serie Last Day Of The Planet. Con il passare del tempo escono le foto del prototipo che pare essere composto quasi interamente da metallo, sorpresa assoluta perché di solito questa casa di produzione sforna modelli solamente in plastica. Circa a Marzo 2005 il modello è già preordinabile dal Giappone ed il costo appare subito elevato facendo capire che non sarà un modello di grande tiratura. L’uscita era stata fissata per Agosto 2005, ma poi la Fewture rimanda l’uscita al mese di Novembre… Leggi tutto “Black Getter Ryoma Mode Ex-Gokin”

BLACK GETTER RYOMA MODE REPAINT (EX GOKIN)

Foto e recensione di Marco De Bon

Era il lontano 2006 quando Fewture, inaugurando la linea EX Gokin, se ne uscì con il suo primo modellone die cast. Un pezzo amato, ricercato, ambito e costosissimo: il Black Getter, tratto dalla serie “Getter Robo: the last day”. Per la precisione si trattava di una pesantissima rivisitazione del soggetto, ispirata dalle linee uscite dalla matita di Taku Sato, che stravolgeva il design del mecha infondendogli una cattivissima impronta dark. Il chogokin, oltre che dall’estetica mozzafiato e dalle armi spettacolari, era caratterizzato dall’essere costruito con un’enorme quantità di parti in metallo incollate su di un’anima di plastica, soluzione (poi ripresa dagli altri Getter Fewture) che ha reso qualche esemplare piuttosto delicato e colpito da qualche indesiderato problema di assemblaggio (leggi: asimmetrie, scollature e quant’altro).

Continua a leggere, commenta e guarda le foto su Facebook

Leggi tutto “BLACK GETTER RYOMA MODE REPAINT (EX GOKIN)”

Black Getter SSG-13

Aoshima – Black Getter (SSG-13) by M.Pellegrini

Novembre 2006, finalmente fa la sua apparizione nel mondo dei Robot Metallici il “Black Getter”, ovvero il Getter 1 che si può ammirare nell’OAV “Last Day”:il Getter viene danneggiato da un’esplosione e precipita sulla Luna; quando Ryoma si riprende, modifica il robot (che non sarà più in grado di compiere la trasformazione) per rientrare sulla Terra (ed in questo modo si annerisce) dove lo shin getter stà strenuamente resistendo … proprio in un dialogo tra Getter Robot appare un’icona video nella quale Ryoma è mostrato con un sottotitolo, che lo indica alla guida proprio del “Black Getter” !!! Leggi tutto “Black Getter SSG-13”

Boss Borot GX-10

Boss Borot GX-10 by Haran Banjo

Simpatia.

Questo é, e sarà sempre, il primo pensiero che uscirà dalla mente di qualsiasi collezionista di robottoni guardando la figura tozza di Boss Borot.Un mecha semplice e, magari, anche di facile progettazione. Lo si potrebbe pensare, viste le sue forme.Bandai, dopo aver affiancato a Mazinga Z e al Grande Mazinga le due rispettive controparti femminili, si lanciò nel progetto Boss Borot.Qui la frase e fu subito successo calza a pennello, vedendo a quanto è venduto il modello in questione a tanti anni di distanza dall’uscita.Ma chi è Boss Borot (o Boss Robot, come viene spesso chiamato in maniera errata da molti)?Intanto cominciamo con lo spiegare il nome.Boss, ovviamente, sta per Boss. Leggi tutto “Boss Borot GX-10”