Articoli

PROWL

Foto e recensione di Marco De Bon

Il Transformers Masterpiece numero 17 va ad infoltire le fila degli Autobot con uno dei soggetti più amati della serie tv, ovvero Prowl, aka Pantera! Sarà per il fascino degli automezzi della polizia, sarà perché il giocattolo vintage era stato abbondantemente pubblicizzato quando eravamo tutti fanciulli e, quindi, ci è rimasto impresso più di molti altri, sarà anche per la caratterizzazione televisiva del nostro stratega militare, in ogni caso questa realizzazione era molto attesa dagli aficionados colpiti da trasformite cronica, e fortunatamente Takara non si è fatta attendere più di tanto, almeno dopo il reboot della serie coinciso con l’MP 10. E questa mossa, naturalmente, le darà anche la possibilità di sfruttare lo stesso mold per altri personaggi come Streak e Smokescreen.

Continua a leggere, commenta e guarda le foto su Facebook

Leggi tutto “PROWL”

RED ALERT

Foto e recensione di Damiano “Gon” Pellicano

Red Alert è stato prodotto dopo Lambor e a prima vista i modelli potrebbero sembrarci praticamente identici salvo ovviamente la colorazione; bè in parte potrebbe esser vero, ma se analizziamo nello specifico i due soggetti alcuni particolari contraddistinguono i due amici. Per le caratteristiche principali del modello vi rimando alla recensione dell’MP 12.

Continua a leggere, commenta e guarda le foto su Facebook

Leggi tutto “RED ALERT”

IRONHIDE

Foto e recensione di Marco De Bon

E finalmente anche Ironhide entra a far parte della Masterpiece Collection. Questo importante e polivalente personaggio è rappresentato molto bene da questo bel prodottino, con il quale Takara Tomy azzecca diverse cose, come un buono sculpt generale, una posabilità sopra la media garantita da diversi snodi a scatto e la consueta ottima e divertente trasformazione.

Continua a leggere, commenta e guarda le foto su Facebook

Sembra abbastanza impossibile poter tirar fuori un mecha appena più basso di Optimus dal cubettoso furgoncino Nissan, ma l’obiettivo è centrato. Ottima la dotazione di accessori, davvero tantissimi, mentre stona un poco la presenza dei due pannellini laterali che rimangono a vista sui fianchi dopo la trasformazione, a mio avviso una delle poche note stonate di un modello alquanto belloccio.
Un pò meno gradevole la scoperta di un errore nella fase di assemblaggio delle spalle, che sono effettivamente montate in modo scorretto, lasciando in vista parte dello snodo dedicato. Fermo restando che la mobilità non ne risente, che il problema è risolvibile e che con Ratchet Takara non ha percorso gli stessi fallaci passi, si tratta in ogni caso di una brutta caduta di stile da parte del produttore.

GUNDAM ASTRAY GOLD FRAME AMATSU MINA

Foto e recensione di Paolo/Shin

Settimo modello, contando le uscite regolari, della famosa linea Metal Build di Bandai. Tratto dalla serie Gundam Seed Destiny, ecco arrivare il Gundam Astray Gold Frame Amatsu Mina. Design davvero estremo per questo mobile suit che si distacca completamente da quella che è l’immagine dei Gundam precedenti. Come sempre cura maniacale in ogni particolare del corpo e degli accessori. Frame interno metallico con diverse tonalità oro davvero spettacolare, il contrasto con l’armatura esterna nero lucido è davvero qualcosa di superlativo!

Leggi tutto “GUNDAM ASTRAY GOLD FRAME AMATSU MINA”

GOD SIGMA (SRC)

Foto e recensione di Damiano “Gon” Pellicano

Ennesimo SRC, ennesima prova di forza di Bandai, ma ahimè ennesimo mistero… Mi spiego meglio. Bandai ci delizia con questo piccolo capolavoro, ed è proprio questo il problema, è troppo piccolo!
Ok trattasi di SRC ma questo mecha sembra proprio che abbia una scala a sé. Certo il discorso delle scale trito e ritrito non si può di certo affrontare, sappiamo bene ormai come andrebbe a finire (chiacchiere da bar senza fine) ma a volte Bandai ci regala queste uscite che a parer mio sono un po’ “particolari” e valli a capire…

Continua a leggere, commenta e guarda le foto su Facebook

Leggi tutto “GOD SIGMA (SRC)”

GAIKING THE KNIGHT

Foto e recensione di Marco De Bon

Torniamo a parlare di Sentinel e della sua linea dedicata ai modelli trasformabili, ovvero la Metamor Force, con un ospite d’eccezione: signori, il mitico Gaiking! Come era lecito attendersi sia dallo stile della ditta giapponese, sia dall’appellativo “The Knight” posto accanto al nome del soggetto, non è certo il Gaiking classico quello che ci accingiamo a spupazzare con grande curiosità, bensì la sua versione modernizzata e reinterpretata in una bellissima veste action.

Continua a leggere, commenta e guarda le foto su Facebook

Leggi tutto “GAIKING THE KNIGHT”

DIA BATTLES V2

Foto e recensione di Marco De Bon

Il 2016 di Takara Tomy si rivela essere oltremodo prolifico, segnato da un lato da un’invasione di prodotti Transformers, dall’altro dall’esordio di una nuova, interessantissima linea, che rievoca un nome a dir poco leggendario: signori, sono tornati i Diacloni! Per chi se li ricorda, possono scorrere i primi brividi. Considerati a piena ragione tra i più bei giocattoli fantascientifici della storia, con i suoi Diacloni Takara invase il mercato dei primi anni ’80 con meravigliosi robot trasformabili o componibili (tra i primi mai visti), che in un secondo tempo avrebbero poi dato lo spunto essenziale per la nascita dei Transformers.

Continua a leggere, commenta e guarda le foto su Facebook

Leggi tutto “DIA BATTLES V2”

VF-1J ARMORED VALKYRIE Hikaru Ichijo Custom 1/100

Foto e recensione di Marco De Bon

Una delle linee di Bandai dedicata a Macross, la Hi-Metal R, fa il suo secondo debutto nel 2015; dopo essere stata accantonata per diversi anni, le tentacolari grinfie bandaiane non solo la riprendono in considerazione, ma le danno anche un rinnovato slancio e un supporto massiccio, che si concretizza innanzitutto con questa VF-1J di Hikaru Ichijo, comprensiva di parti opzionali.

Continua a leggere, commenta e guarda le foto su Facebook

Leggi tutto “VF-1J ARMORED VALKYRIE Hikaru Ichijo Custom 1/100”

VF-4G Lightning III

Foto e recensione di Marco De Bon

Arcadia ripropone la leggendaria VF-4G, oggetto del desiderio dei numerosissimi cultori di Macross. Questa valkyrie fu il canto del cigno della defunta Yamato, proposto come oggetto in produzione limitata venduto unicamente tramite il loro web shop; quell’oggetto raggiunse quotazioni di mercato di assoluto rilievo. Con questa mossa Arcadia spiazza un pò tutti, il modello è il medesimo (solo la colorazione è leggermente diversa; come naturalmente scatola e nome del produttore), quindi ancora non personalizzato nella versione di Hikaru e riferito al videogioco Macross VFX Digital Mission. Modello dalla fattura eccezionale, e un’estetica irresistibile in modalità fighter; il robot risulta invece un pò… particolare.

Continua a leggere, commenta e guarda le foto su Facebook

Friender / Flender

Foto e recensione di Damiano “Gon” Pellicano

Finalmente Kyashan ritrova il suo inseparabile compagno!
Da segnalare purtroppo l’assenza di accessori dedicato a Friender all’interno della confezione, ma Sentinel ci delizia comunque con un bonus dedicato a Kyashan, una testa di ricambio senza mascherina con volto completamente scoperto.
A mio avviso un bellissimo prodotto. Da segnalare l’assenza assoluta di metallo in questo modello, che al contrario abbonda in tutti i personaggi umanoidi realizzati da Sentinel. Venrniciatura e dattagli meravigliosi, snodi e articolazioni molto buone. Davvero un ottimo prodotto!

Continua a leggere, commenta e guarda le foto su Facebook